SCUOLA DI LOTTA OLIMPICA RIANO

Lotta Olimpica

La lotta è nata con l’uomo per necessità di sopravvivenza o volontà di dominio, trasformandosi poi in competizione agonistica ed esercizio fisico tra i più efficaci. La prima cronaca, dettagliata e palpitante, di un incontro di lotta risale ad Omero, che nel libro XXIII dell’Iliade descrive con notevole sapienza tecnica il combattimento tra l’immenso Aiace Telamonio e il saggio maestro di frodi Ulisse durante i giochi funebri in onore di Patroclo.

La lotta fu introdotta a Olimpia nel 708 a.C. dopo che per 17 volte si era gareggiato soltanto nella corsa. Il più grande lottatore dell’antichità fu Milone di Crotone, discepolo di Pitagora, vincitore 7 volte ai Giochi Olimpici (nel 540 a.C. tra i giovani, dal 532 al 512 tra gli adulti), 7 ai Giochi Pitici, 9 ai Giochi Nemei, 10 ai Giochi Istmici.

Nell’era moderna la lotta greco-romana è entrata nel programma delle Olimpiadi moderne già nel 1896, la lotta stile libero nel 1904, la lotta femminile nel 2004. Ai Giochi Olimpici, l’Italia ha sempre ottenuto grandi risultati nella Lotta, vincendo medaglie d’oro, d’argento e di bronzo.